Il messaggio FAO per promuovere la Giornata Mondiale dell’Alimentazione e le nostre azioni per agire secondo questi principi.

“Coltivare, nutrire, preservare. Insieme.” È questo il messaggio con cui la FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura) promuove per il prossimo 16 ottobre la Giornata Mondiale dell’Alimentazione e lancia l’appello al mondo sulla grande necessità di assicurare, nel rispetto dell’ambiente, cibo sano e salute all’intera umanità. Indistintamente.

Un appello a cui Inalpi ha risposto in modo concreto inserendosi nel novero delle realtà che anche attraverso una politica aziendale lungimirante, sa guardare oltre il mero guadagno con un piano 2021 -2025, che abbraccia infatti, a pieno titolo, i Sustainable Development Goals, i 17 obiettivi previsti dall’Agenda 2030 dell’Onu e sottoscritti dai 193 Paesi membri, che costituiscono un appello all’azione, per porre fine alla povertà, migliorare la salute e l’istruzione, ridurre le disuguaglianze, e proteggere il nostro pianeta con iniziative sostenibili che rispettano l’ambiente.

Un modello di attenzione e innovazione, per il quale è richiesto l’impegno di tutti, e che così riassume Ambrogio Invernizzi – Presidente Inalpi – “Ognuno di noi, prima di tutto come imprenditore, sa di avere oggi una responsabilità che condizionerà il futuro dei nostri figli e dei nostri nipoti. Dobbiamo esserci, dobbiamo fare la nostra parte nel supportare e far crescere il nostro territorio, la nostra Regione, il nostro Paese e il mondo che ci circonda”. 

Un atteggiamento che Inalpi ha da sempre adottato, e che oggi più che mai porta a reale e concreta realizzazione attraverso un piano di investimenti 2021 – 2025.

I 17 Sustainable Development Goals, sono infatti identificabili nella filosofia aziendale e nella progettazione dell’azienda di Moretta. La filiera corta e certificata del latte è il principale riferimento a cui guardare per riconoscere quei valori e quegli obiettivi sui quali l’Agenda 2030 dell’Onu pone la propria attenzione. Il sistema filiera, si fonda infatti su rapporti equi e trasparenti, promuovendo una crescita duratura del territorio e favorendo la possibilità di progettualità dell’intera comunità. Una vera e propria squadra che lavora per obiettivi comuni, all’interno della quale la formazione professionale e la crescita dei singoli sono elementi fondanti e per i quali Inalpi sviluppa una continua attività. Un impegno costante che diventa fonte di occupazione, creando posti di lavoro regolati da contratti trasparenti che riconoscono i diritti dei lavoratori e la legalità


Una filiera basata su un protocollo, sottoscritto da ogni conferitore, i cui 5 pilastri fondanti attribuiscono valore fondamentale alla qualità della materia prima prodotta, al benessere animale, all’impatto ambientale, all’agricoltura e al rispetto dei diritti umani e dei lavoratori. Un sistema che riconosce il lavoro e l’impegno, e che utilizza un sistema di retribuzione della materia prima basato su un indice matematico,