Giovedì 14 novembre 2019 si è svolto, presso lo stabilimento Inalpi di Moretta (CN), un incontro tra dirigenti, alcuni dipendenti Inalpi, e Peter Brabeck-Letmathe – Presidente Onorario di Nestlé International – autore del libro “L’alimentazione per una vita migliore”.

Pubblicazione fortemente voluta dall’azienda di Moretta, che è partner per la realizzazione del volume, è stato presentato nel mese di maggio durante Linkontro, manifestazione che riunisce ogni anno il management delle principali aziende leader nel settore del largo consumo.

Nella riunione della mattinata presso Inalpi, dopo una breve ma approfondita presentazione aziendale, Peter Brabeck-Letmathe ha risposto alle domande dei presenti, che hanno riguardato argomenti di stretta attualità, come l’export, l’apertura al nuovo mercato cinese, gli attuali approcci al consumo del latte, l’importanza del packaging e dei prodotti Bio, toccando anche temi sociali come il cambiamento della figura femminile nel mondo del lavoro e come consumatrice finale. Le risposte chiare ed esaurienti del prestigioso ospite, hanno evidenziato la profonda e personale esperienza nel mercato del latte.

Lo spaccato definito da Peter Brabeck-Letmathe è quello di un mercato con cambiamenti repentini dove l’export assumerà sempre maggior importanza, seppur condizionato dalla politica e dalle conseguenti regole applicate nei vari paesi. Ha sottolineato anche l’importanza dei media e della comunicazione social, che, sempre di più, è destinata a condizionare i consumatori, è importante quindi, produrre una comunicazione veritiera e fondata su basi scientifiche.

Peter Brabeck-Letmathe ha però più volte rimarcato come l’obiettivo della qualità del prodotto debba rimanere l’unico punto fermo dell’industria alimentare. Anche il packaging subisce l’influenza di mode e messaggi politici, quindi la qualità è l’unico elemento che differenzia e supera qualsiasi interesse, perfino il prezzo finale.

L’argomento riguardante la figura femminile è stato affrontato dal Presidente Onorario di Nestlé International, con grande acume, non focalizzando l’attenzione sulle differenze di genere, ma puntando l’indice sulle opportunità, che devono essere accessibili e paritarie per tutti.

Ha invece suscitato l’interesse di Peter Brabeck-Letmathe il sistema applicato da Inalpi per il pagamento del latte. L’algoritmo studiato in collaborazione con l’Università di Piacenza, che regola i rapporti all’interno della filiera corta e controllata del latte piemontese, è stato giudicato “Molto intelligente e unico, vero strumento per eliminare i conflitti tra conferitori e industria”.

Nel Pomeriggio, sempre presso lo stabilimento Inalpi, si è tenuta una riunione del Consiglio Consultivo FAM, della San Telmo Business School, di cui fanno parte Inalpi assieme a molte industrie nazionali e internazionali.

La San Telmo Business School, con sede in Spagna, è tra le tre migliori business school di specializzazione nel settore alimentare,  un centro di eccellenza per il senior management. L’istituto, consapevole delle sfide che le aziende e le istituzioni pubbliche e private devono affrontare, aiuta a sviluppare le capacità manageriali dei partecipanti ai suoi programmi.

La riunione ha avuto lo scopo di fare il punto sull’attuale situazione del Consiglio e sulle attività del fine 2019 e inizio 2020, in previsione del Forum Alimentare di Milano del 2020.