Antonio Invernizzi, già nel 1800, era riuscito a dare il via alla produzione di ottimo formaggio e burro, ricavati dal latte ricco delle mucche di quei pascoli. Una grande passione, unita a una professionalità tutt’altro che improvvisata. La stessa che ha animato Egidio Invernizzi e lo ha spinto a cercare nuovi spazi con caratteristiche simili a quelle della sua amata valle.

E così dalla Valsassina si arriva in Piemonte. L’area del Monviso, e in particolare la cittadina di Moretta con la sua fertile campagna, diventano la nuova casa del giovane Egidio: lì si sposa, incontra il cognato e, insieme, danno il via alla Inalpi che, in pochi anni, diventa una realtà economica importante del territorio.

L’anno di fondazione è il 1966; da allora l’evoluzione aziendale è continua e costante. Già nel 1990 gli 800 mq su cui era sorto il primo stabilimento, sono diventati 15.000 e alla produzione di burro e formaggi si è affiancata quella del formaggio fuso a fette, che negli anni diventa il vero core business dell’azienda.

Nel 2009 l’azienda aggiunge un nuovo prodotto: i formaggini.

Il reparto per la produzione dei “fusi spalmabili in triangoli” viene allestito alacremente e in pochi mesi parte la produzione. La qualità del prodotto è elevata, anche nei formaggini, così come nelle fettine di formaggio: l’elemento fondamentale è il buon latte utilizzato nella lavorazione.

Nel 2010 la crisi travolge la maggior parte delle industrie, ma la passione dei soci fondatori di Inalpi non lascia spazio a cedimenti e, a differenza di molti concorrenti, a Moretta si investe e si creano nuovi posti di lavoro.

Grazie ai rapporti creati negli anni con la Ferrero S.p.A. di Alba, leader mondiale nel settore dolciario, Inalpi realizza il più importante investimento della sua storia: il primo, e tutt’ora unico, impianto di produzione di latte in polvere per l’industria alimentare esistente sul territorio nazionale. Il latte piemontese diventa un ingrediente di pregio per l’industria dolciaria ed alimentare.