La merenda di ieri e di oggi

Nutrizione

La merenda ieri e oggi: come è cambiata e qualche esempio pratico per una merenda sana e nutriente. Scopri i consigli della nostra nutrizionista.

La merenda di ieri e di oggi: quanto è cambiata?

All’inizio erano una bruschetta o un po’ di pane, sale e olio, oppure pane, burro e zucchero per la versione dolce. Per i bambini della rinascita italiana, a qualche anno dalla fine della guerra, la merenda – ben gradita – era spesso fatta così. Molto usato anche l’uovo crudo, preso fresco dall’aia e sbattuto con lo zucchero: solo il tuorlo o con l’aggiunta di albume montato a neve. Amato anche dagli adulti, che spesso lo mangiavano con un’aggiunta di vino o di marsala.

All’inizio degli Anni ’50, la situazione economica delle famiglie è più stabile e in continuo miglioramento: al pomeriggio compare più spesso in tavola una torta appena sformata da mamme più serene. Sono gli anni in cui gli scaffali delle drogherie cominciano a vestirsi delle prime novità in materia di merenda, tra “fruttini” da spalmare – cotognata a cubetti in pacchetti monodose trasparenti – e i primi cremini di pasta gianduia, che evolveranno poi nelle ben note creme di nocciole e cacao.

Ma saranno i “baby boomers” a vivere, pochi anni dopo, la grande ondata dell’innovazione: quella dell’Italia del miracolo economico con la sua trascinante voglia cambiamento, che investe tutti gli aspetti della vita quotidiana, compresi i ritmi – che aumentano – e il tempo – che diminuisce.

In questi anni e nei successivi fanno quindi la loro comparsa nei pomeriggi italiani merende pratiche e veloci: merendine o budini pronti per chi ama il dolce, formaggini spalmabili e crackers per chi preferisce il salato.

Con l’ingresso dello yogurt si completa poi il ventaglio di alternative che abbiamo ancora oggi, con la differenza che, ai giorni nostri, ci è messa a disposizione una varietà, per ognuna di queste alternative, un tempo semplicemente impensabile.

E, nelle proporzioni e quantità opportune, sono tutte merende di cui un bambino o un ragazzo può giovarsi, senza mai dimenticare di abbinare o alternare della buona frutta fresca, che non deve mai mancare nei loro piatti.

Merenda oggi: qualche esempio per una merenda sana e nutriente.

Vediamo insieme qui di seguito qualche esempio pratico, con un contenuto calorico adeguato per le diverse età e un rapporto ponderato tra i diversi nutrienti:

  • Sofia, 6 anni: un vasetto di yogurt bianco intero e un kiwi di medie dimensioni (circa 140 Kcal)
  • Andrea, 9 anni: una fetta di pane (30 g) con un formaggino spalmabile e una pera (circa 175 Kcal)
  • Elisa, 12 anni: un budino alla vaniglia (125 g) e una piccola mela, magari cotta al forno o in padella e spolverizzata alla cannella (circa 200 Kcal)
  • Marco, 15 anni: una fetta di pane (40 g), sale (q.b: è bene non esagerare) e olio (indicativamente fino a un cucchiaino e mezzo) con un bicchiere (125 ml) di latte parzialmente scremato (circa 240 Kcal)

Tornando infine alle uova, oggi sappiamo bene che quelle crude possono comportare dei rischi di sicurezza alimentare, per la presenza di batteri indesiderati che tuttavia – e per fortuna – non resistono ai trattamenti termici. Se la nostra ispirazione della giornata – per merenda o per un dessert come il tiramisù – va in quella direzione, ricordiamoci quindi di scegliere tuorli e albumi pastorizzati, oggi ampiamente disponibili.

Condividi

Cerca articoli

Categorie del blog

Articoli recenti

A TU PER TU CON LA FILIERA: MARCO SARVIA

A TU PER TU CON LA FILIERA: MARCO SARVIA

Abbiamo incontrato Marco Sarvia per fare qualche domanda e parlare degli allevatori che lavorano ogni giorno nella filiera corta e certificata del latte. Marco rappresenta la seconda generazione nella sua famiglia che ha scelto la professione di allevatore...

Yogurt normale, greco o kefir?

Yogurt normale, greco o kefir?

Tra gli scaffali dei supermercati gli yogurt abbondano per varietà e sapori, cosicché spesso potremmo chiederci "Qual è il miglior tipo di yogurt?". Ciascuno di noi ha, in effetti, l'imbarazzo della scelta. Li selezionate per gusto? Per consistenza? Fate sicuramente...

I volti della Filiera Inalpi: Walter Borretta

I volti della Filiera Inalpi: Walter Borretta

Da questo mese, inauguriamo una serie di interviste dedicate ai volti dietro i prodotti Inalpi. Oggi vi presentiamo Walter Borretta, un pilastro della nostra filiera e titolare di un'azienda agricola che collabora con noi da anni. Walter ci offre uno sguardo autentico...

Sticky Rice: il dessert dalla Tailandia

Sticky Rice: il dessert dalla Tailandia

Avete voglia di proiettarvi in un viaggio in oriente in nostra compagnia? Con la ricetta di questo mese voliamo in Tailandia e degustiamo un tipico dessert. Fresco e dalle dolci note della frutta tropicale che lo compongono, il khao niao mamuang o sticky rice,...

0
    0
    Il tuo carrello degli acquisti
    Il carrello è vuotoTorna allo Shop