PATUANELLI RITORNA IN VISITA DA INALPI

14 Febbraio 2023 | Comunicati stampa

Il 2023 sarà per Inalpi un anno fondamentale, un anno che potrà dare ancora una volta conferma di una performance importante che l’azienda di Moretta sta realizzando con, tra le altre cose, una crescita di fatturato che – solo evidenziando la storia recentissima – l’ha condotta dai 127 milioni di euro del 2016 ai 249 milioni del 2022.  Una crescita fatta di investimenti, progetti, percorsi che hanno come obiettivo la realizzazione, entro il 2025, di un’industria a ciclo chiuso, autonomo e sostenibile.

Questi i temi che ieri, martedì 14 febbraio, sono stati ragione di confronto e approfondimento con il Senatore Stefano Patuanelli, in visita al plant di Moretta accompagnato dal Consigliere regionale Ivano Martinetti, e accolto dai vertici di Inapi SpA – rappresentati da Ambrogio Invernizzi – Presidente Inalpi e da Pierantonio InvernizziGiovanni Invernizzi – membri del Consiglio d’Amministrazione.

Per Patuanelli una seconda visita, la prima era infatti avvenuta nel luglio 2021, anno che ha segnato l’inizio della storia più recente dell’azienda lattiero-casearia cuneese, con l’avvio dei lavori previsti dal piano investimenti 2020-2025.
Il Senatore, allora Ministro delle Politiche Agricole, si era detto soddisfatto di aver potuto conoscere una realtà come Inalpi parte integrante di una filiera che tesse relazioni tra tutti gli attori che la compongono creando un circuito virtuoso.
Ed oggi ha potuto apprezzare, nella visita che ha compiuto, l’avanzamento dei lavori per la costruzione della seconda torre, visitare l’impianto di cogenerazione e i nuovi laboratori InLab Solutions, inaugurati nell’aprile 2022, accompagnato anche dall’AD Jean Pierre Studer

Patuanelli ha espresso interesse e voluto sottolineare nuovamente l’importanza degli investimenti e del lavoro portato avanti da Inalpi per la realizzazione di quel percorso di sostenibilità che è parte integrante di una transizione ecologica a cui sia l’ambito politico che imprenditoriale sono chiamati.
In un momento storicamente complesso, è infatti fondamentale saper guardare al futuro con capacità e lungimiranza per dare vita a progetti che contribuiscano a costruire un domani strutturato e di ricco di prospettiva.

Condividi
0
    0
    Your shopping cart
    The cart is emptyGo back to the shop