Pizza senza impasto

Ricette, Speciali

Ingredienti per 4 persone:

Per l’impasto:

500 g di farina 0 per pizza

10 g di lievito di birra fresco o 4g se secco

400 g di acqua

10 g di sale

un cucchiaio di olio extravergine d’oliva

Per il condimento:

500 ml di passata di pomodoro

400 g di Mozzarella Latterie Inalpi

origano qb

olio extravergine d’oliva qb

sale qb

Procedimento:

Fate sciogliere il lievito in metà dellacqua.

Mettete la farina in una ciotola, versatevi lacqua in cui avrete sciolto il lievito e lolio,  quindi mescolate con un cucchiaio di legno.

Aggiungete il sale alla restante acqua e versatela nellimpasto. Amalgamate ancora mescolando rapidamente con il cucchiaio. Otterrete un impasto umido e appiccicoso.

A questo punto sigillate il contenitore e lasciate riposare a temperatura ambiente per 30 minuti.

Trascorso questo tempo trasferite in frigorifero e lasciate riposare per 24 ore.

Al termine di queste ore togliete del frigorifero e dividete l’impasto in panetti da 200/250 g l’uno. Formate delle palline e disponete in contenitori unti d’olio. Sigillate e lasciate lievitare a temperatura ambiente fino al raddoppio.

Tagliate intanto la Mozzarella Latterie Inalpi a pezzetti piuttosto piccoli e condite la passata di pomodoro con sale e un filo d’olio.

Al momento di cuocere accendete il forno alla massima temperatura.

Con le mani ben infarinate stendete limpasto su un foglio di carta forno anchesso ben infarinato.

Condite la pizza con la passata di pomodoro e infornate facendo scivolare la pizza con il foglio di carta forno su una teglia.

Dopo circa 3 minuti distribuite la Mozzarella Latterie Inalpi e continuate la cottura fino a quando il formaggio si sarà fuso e il bordo avrà preso un bel colore dorato. Una volta pronta servite subito.

Condividi

Cerca articoli

Categorie del blog

Articoli recenti

I volti della Filiera Inalpi: Walter Borretta

I volti della Filiera Inalpi: Walter Borretta

Da questo mese, inauguriamo una serie di interviste dedicate ai volti dietro i prodotti Inalpi. Oggi vi presentiamo Walter Borretta, un pilastro della nostra filiera e titolare di un'azienda agricola che collabora con noi da anni. Walter ci offre uno sguardo autentico...

Sticky Rice: il dessert dalla Tailandia

Sticky Rice: il dessert dalla Tailandia

Avete voglia di proiettarvi in un viaggio in oriente in nostra compagnia? Con la ricetta di questo mese voliamo in Tailandia e degustiamo un tipico dessert. Fresco e dalle dolci note della frutta tropicale che lo compongono, il khao niao mamuang o sticky rice,...

Il nostro aperitivo wow? Quello con Happy Cheerse!

Il nostro aperitivo wow? Quello con Happy Cheerse!

L’aperitivo diventa wow con i nostri Happy Cheerse, gustosi triangolini di formaggio al tartufo, erbe mediterranee, Gorgonzola e pepe nero, da gustare e assaporare lentamente.🧀🍸 Quale abbinamento di ingredienti migliore se non quello studiato dalla Chef Antonella...

Yogurt “scaduto”? Niente è perduto!

Yogurt “scaduto”? Niente è perduto!

“Ma quando è scaduto lo posso ancora mangiare?” La risposta breve è sì – a meno di rigonfiamenti del vasetto o altre alterazioni evidenti. Per capire il perché, iniziamo da cosa significa, per uno yogurt, arrivare a “scadenza”. Cosa viene valutato per definire la data...

0
    0
    Il tuo carrello degli acquisti
    Il carrello è vuotoTorna allo Shop